___________________________________________________________________________________

 

 

DERMATITE ATOPICA_cenni descrittivi

Da inalazione o da contatto, ipersensibilità alimentare

 

 

 

Da inalazione o contatto

 

La dermatite atopica canina è una reazione di ipersensibilità ad antigeni ambientali (allergeni), a seguito di inalazione o comunque da assorbimento cutaneo (da contatto) alla quale sono particolarmente interessati individui geneticamente predisposti.
 

E' un disturbo comune nei cani  in età dai 6 mesi ai 6 anni; tuttavia, nella maggior parte dei casi, i primi sintomi compaiono da 1 a 3 anni di età.
 

Il disturbo cutaneo esordisce con eritema diffuso e prurito della pelle (da parte del cane consegue leccamento, mordicchiamento, sfregamento, ecc.), può risentire della stagionalità come no, a seconda dell'allergene o della commistione allergenica imputata (reazione crociata).

La distribuzione del  sintomo pruriginoso di norma coinvolge: piedi, fianchi, inguine, ascelle, muso e orecchie.

In relazione alla soggettiva soglia di prurito raggiunta, nel cane tale sintomatologia può innescare autotraumatismo, insorgenza di lesioni cutanee di varia entità e,  in forma secondaria (a seguito dell'azione di agenti patogeni naturalmente residenti in cute), innescare  alopecia, iperpigmentazione e lichenificazione.

Infatti,  piuttosto comune é l'insorgenza di disturbi concomitanti quali: piodermite secondaria, malassezia, dermatite cronica da leccamento delle estremità, iperidrosi (sudorazione), dermatite piotraumatica (atti compressivi in particolari punti cutanei, promotori del di infezioni batteriche recidivanti), congiuntivite  e otite esterna ; mentre più raramente si possono rilevare: bronchite allergica o rinite.

 

Ipersensibilità alimentare

 
L'ipersensibilità alimentare canina trattasi di una reazione avversa al sistema immunitario, a seguito dell'assunzione di un particolare nutriente o additivo alimentare in grado di scatenare una reazione antigenica a livello di sistema immunitario.

Tale reazione può verificarsi a qualsiasi età, negli esemplari appena svezzati come anche nei cani anziani,
nutriti col medesimo cibo per anni; comunque,
circa il  30% dei cani  ai quali viene diagnosticata l'allergia alimentare hanno età pari o inferiore a 12 mesi.


L'ipersensibilità alimentare canina è caratterizzata da prurito non stagionale che non risponde pienamente a
terapia steroidea. Lo stimolo pruriginoso può essere regionale o generalizzato, interessando più di frequente
muso, collo e orecchie o ventralmente al corpo, inguini e zone ascellari.

Nelle aree di cute interessate da atopia si ravvisa quasi sempre eritema (arrossamento), rash papulare, collaretti epidermici e comedoni (punti neri).
Le lesioni cutanee indotte da autotraumatismo comprendono: alopecia, escoriazioni,  iperpigmentazione e lichenificazione.

Altrettanto comuni sono piodermite superficiale secondaria, infezioni da ceppi di malassezia spp (lieviti)otite esterna. Altri sintomi che si osservano a danno della cute sono: dermatite da leccamento delle estremità o di origine piotraumatica, seborrea cronica o ricorrente (pelo untuoso), ipercheratosi (forfora).

Alcuni cani, i cui sintomi sono blandamente pruriginosi,  presentano un'infezione ricorrente di
piodermite, dermatite da Malassezia o otite.

E in questi casi, il prurito si evidenzia nel cane allorquando le infezioni cutanee secondarie non vengono adeguatamente trattate o addirittura tralasciate. La qualità del manto é piuttosto scadente, il pelo untuoso e la cute presentare una iperchheratosi generalizzata (scaglie furfuracee adese a cute e peli). Ma quanto più importa é il malessere sistemico in cui versa il cane, non sono di certo solo i segni cutanei a circoscrivere le evidenze di questo disturbo. Nel tempo, se non verranno intraprese azioni mirate ed efficaci (non solo controbattere i sintomi cutanei, come spesso accade), la funzionalità di singoli organi e sistemi andrà a scadere fisiologicamente.

In ultimo, per concludere la serie di sintomi palesi a seguito dell'insorgenza di dermatite atopica, per il 20-30%di casistiche da allergene alimentare si evidenziano orticaria o angioedema, contestualmente a disturbi intestinali (frequenti movimenti intestinali, vomito, diarrea).

Note: vedi altri articoli pertinenti la gestione alimentare del proprio esemplare canino (micotossine, residui inquinanti di tipo farmaceutico e chimico fisico).

_________________________________________________________________________________________________________

Documentazione fotografica_casistiche affrontate

Wess Cane pastore tedesco di circa 1 anno (Bologna)_______________

 

   

Pastore tedesco interessato da eritema, seborrea diffusa e focolai di piodermatite superficiale al dorso

 

 

 

Dopo  appena 1 settimana dal trattamento___________

 

Manto rinnovato in lucentezza e salute. Segni di remissione

seborroici e focolai di  piodermite superficiale, in corso

 

_____________________________________________________________________________________________________

 

 

Esemplare di pastore tedesco di anni 7- (Pantelleria TP)

 

"Pelle di elefante" ovvero evidente lichenificazione stratificata ventralmente al corpo (addome, inguini, ascelle)

e alle aree palmari

 

Lichenificazione  inguine-addome fortemente stratificata               Pododermatite_ spazi interdigitali con lichenificazione 

______________________________________________________________________________________________________

Dopo circa 60 gg dal trattamento mirato__________________

 

        Remissione dei segni dermatosici secondari e primari

   

 __________________________________________________________________________________________________________

 

 

Yago, Pastore tedesco maschio - età 14 mesi (Campobasso)

Lesioni spontanee alla cute, area del tronco in prossimità del rachide toracico T 9-10  e metà altezza del costato. Lesioni cutanee ai cuscinetti podali, eritema diffuso agli spazi interdigitali (piedi posteriori).

Complicanze generalizzate al manto, untuosità (ipersecrezione sebacea) e cattivo odore (alterazione pH dermico).

Il soggetto mostrava sintomatologia pruriginosa alle aree di cute interessate (autotraumatismo indotto) innescando in situ complicanze batteriche secondarie (piodermite superficiale)

 

 

 

DOPO 20 GG di terapia

PF ipoallergenico adult + integrazioni e interventi topici mirati

        

 

Consolidamento delle misure terapiche intraprese: luglio 2009

(non si sono ripetuti  segni di affezioni dermatosiche)

 

 

 

 

A tuttoggi perdura un eccellente stato di forma

 

Penelope - Pastore tedesco femmina di 4 anni (Roma)

Inizio trattamento -  aprile 2009
 

Regressione dopo 1 settimana

metà aprile

 

dopo 10 gg  circa (fine aprile - inizio maggio)

Fianco sinistro Torace lato destro

19 maggio

Ricrescita pelo in tutte le aree di manto

   

7 giugno - Remissione pressoché totale dei segni dermatosici

Dorso e lato dx  - remissione disturbo

Remissione pressoché totale dei segni dermatosici

 

Penny in un momento di relax

 

Roy, cane maschio di  anni 5 - Palermo

Inizialmente dermatosi diffuse al manto, disturbi intestinali (colon), condizione di

salute generale non buona. Presenza fistole perianali.

Dopo alcune settimane Roy aveva riacquistato una buona condizione di forma.

Ultimo traguardo raggiunto, chiusura delle fistole anali.

Esito:  positivo (senza recidiva)

 

- dieta ipoallergenica

(PF adult Fish & Rice - testata dal supporto nutrizionale) + ulteriori  accorgimenti specifici

 

 

 

 

Leo, esemplare di anni 10 (Rovigo) ____________________

 

Note: segni dermatosici evidenti (piodermite superficiale, eritema papule e colaretti epidermici)

diffusi alle zampe, coscia e addome. Adozione dieta mirata, a seguire integrazioni specifiche.

 

 

Fine novembre 2010

 

              

 

 

 

 

Dicembre 2010

 

 

                

 

 

             

   Ultimi segni dermatosici in regressione                                                         Visione d'insieme

 

_____________________________________________________________________________________

La risoluzione della piodermatite é evidente nelle nuove immagini.

 

                  

 

 

HOME PAGE

Fonte documentale WWW.FORUMIPASTORETEDESCO.ORG - 2005/2012